PER IL NUOVO BLOG, per chi vuole, CLICCARE QUI

sabato 8 marzo 2008

L'altra monnezza

C'é un'aria che puzza quanto se non di più di quella che viene dalla 'monnezza' di Napoli ed è quella che abbiamo 'respirato' in questi ultimi dieci giorni. Ed è "l'aria" della cronaca politica, giudiziaria, nera del nostro Paese ed io sinceramente non mi voglio intossica l'anima. Ho, infatti, sì seguito la cronaca ma non l'ho commentata su questo blog e per due motivi. Il primo, appunto, perché credo che facendolo avrei 'intossicato' ed annoiato sia voi che io. E poi su cosa e di chi avrei dovuto scrivere? Dei poveri 'fratellini di Gravina'? Della politica (?) italiana? O di quella giudiziaria? Avrei dovuto scrivere sulla scarcerazione del figlio di Riina o della detenzione del Pappalardi? Del Partito Democratico e del suo leader? Delle liti (di già!?!) all'interno del centro-sinistra? Di quelle bestie (chiedo scusa alla razza) arrestate per aver violentato madre e figlia ( ma non solo loro purtroppo...). Della certezza della pena che deve essere severa per dei reati infamanti? Delle accuse (pesanti) di Veltri su Di Pietro 1) e delle smentite/querele di quest'ultimo? E poi tanto altro ancora... Monnezza. Monnezza non solo per "l'oggetto" di alcune di queste notizie ma per ben altro. Per l'ipocrisia, per l'incapacità, per l'egoismo di gran parte della politica, della legge e della società italiana. Il secondo motivo è questo: a mio avviso chi vuole sa. Soprattutto e forse solo grazie ad Internet l'informazione c'é. Chi vuole la cerca, la trova, l'analizza e trae le sue conclusioni. Certo è vero che esistono regioni italiane dove l'uso del web è scarso ma li esistono anche dei movimenti fatti da ragazzi che sfidano l'omertà, le mafie pur di protestare ed 'informare'. Chi vuole sa. Poi come si dice, 'non cé peggior sordo di chi non vuol sentire'. Per queste ragioni mi sento e mi sentirò libero di postare su quello che voglio, anche sul gossip. Sì, avete letto bene: gossip. Oppure notizie con post brevi ma chiari e decisi. Poi è normale, se ci dovesse essere un'attualità eclatante non mi tirerò certo indietro. Forse ci vorrebbe un Meme, di quelli utili. Una 'catena' lunghissima che unisca i blogger italiani su un singolo tema tanto che possa passare dal web al cartaceo o su gli altri media perché il blogger possa essere veramente dirompente sull'attualità italiana. Intanto, giusto per non intossiccarmi l'anima, il sottoscritto si sottrae dal respirare quest'aria malsana. La vera e più puzzolente delle 'monnezze'. p.s.: domani, anzi oggi..., passerò dai vari blog. Sono curioso. Ciao 1) http://64.233.183.104/search?q=cache:0k9t_3MGdwMJ:www.radioradicale.it/inchiesta-sullitalia-dei-valori+elio+veltri+conto+antonio+di+pietro&hl=it&ct=clnk&cd=6

7 commenti:

Pino Amoruso ha detto...

D'accordo sulla monnezza alternativa... Quest'ultima è ancora più difficile da debellare!!!

chit ha detto...

La verità è diventata merce rara e preziosa ed ognuno deve andarsela a cercare con cura. Concordo con te per fortuna esiste ancora tanta gente che, come dici tu, ha voglia di sfidare tutto e tutti in nome della verità. Ebbene, seguiamoli e sosteniamoli perchè sono loro la nostra vera ricchezza!

GlitterVictim ha detto...

La monnezza puzza sempre e comunque.

Per cambiare le cose bisogna cominciare a differenziare, recuperare e non sprecare: vale per tutto!

SERENdipity ha detto...

Io mi sono proprio stancata dei vari tg, non li guardo quasi mai, preferisco cercare le notizie su internet, grande risorsa.

Alianorah ha detto...

Come darti torto? Anche se i mass media non trsmettono gli odori, la puzza si sente, eccome se si sente!

GlitterVictim ha detto...

Buongiorno Romano.

:)

LauBel ha detto...

sono d'accordo con il tuo post, dall'inizio alla fine! soprattutto quando dici che non sempre è necessario scrivere post lunghi chissà quanto: la brevitas, di certo, è valida anche più dell'enfasi (e vorrei tanto possederla, visto che sono una che ama, invece, dilungarsi...!)
a presto!

PS
grazie per i saluti alla mamma... lei è una signora "grande" di età e quando le ho detto che avrei scritto quei brevi versi nel post mi ha guardata come una bambina!!