PER IL NUOVO BLOG, per chi vuole, CLICCARE QUI

venerdì 18 settembre 2009

GIUNGLA D'ASFALTO OGGI

Sono stato stasera in una grande città italiana, una vera metropoli che già conoscevo ma con la quale non vado proprio d'accordo. Fosse solo lo smog o il traffico intenso e come dire...."sconclusionato" (concedetemi questa licenza va) ma anche strade che con l'avvicinarsi del buio della sera non sono illuminate e percorsi che per forza di cosa donne o anziani dovranno affrontare per tornare a casa e della cui sicurezza nessuno si tutela (altro che ronde). E le forze dell'ordine direte voi?!? Poca o inesistente presenza sul territorio, tranne il sabato, il sabato di questa città, che sia d'inverno o d'estate, è un sabato di pericolo, un pericolo preannunciato da una settimana. L'atmosfera di quel giorno è più o meno questa, ambulanze per i ragazzi che fuori della discoteca escono 'sballati' e polizia e carabinieri che fanno quel che possono. Non posso credere che una città, una volta una bella città diventi una vera e propria giungla d'asfalto (e magari fosse quella del film !!) e come possa crescere una nuova generazione, specialmente nelle periferie di queste metropoli, non oso pensarlo. Che pena essere prigionieri e possibili prede in questi territori che purtroppo sono vittime, come quelle del sud, del degrado e dell'abbandono (in modo diverso ma sempre abbandono e degrado sono) e pensare che i cosidetti vip e qualche politico di questa metropoli sono i primi cocainomani mi convince sempre di più, in un discorso in generale che coinvolge tutto il nostro paese, che fa bene chi, a una giovane età, come lei o lui , provano a vedere, anche solo come esperienza, oltre i nostri confini.

3 commenti:

... daisy... ha detto...

che tristezza... le città prima mi affascinavano... ora mi spaventano.
comunque in inghilterra ci sono stata quasi un anno... ma a Canterbury che alla fine non è una metropoli! :-D Tornavo pure a casa per i campi la notte da sola... le uniche cose che facevano impressione erano le tombe del cimitero che dovevo attraversare, o meglio che attraversavo per fare prima! :-DDD

Romano ha detto...

@ daisy: avevo immaginato che eri stata in Inghilterra, visto la tua passione per la lingua inglese. Deve essere stata una bella esperienza, tranne che per le scorciatoie...

Un caro saluto :)

... daisy... ha detto...

;-) si si!