PER IL NUOVO BLOG, per chi vuole, CLICCARE QUI

domenica 2 maggio 2010

Sloi, la fabbrica degli invisibili

Sono dei copia e incolla 'micidiali' questi post ma il tempo che ho da dedicare al web ultimamente è molto poco. Spero comunque di segnalare almeno qualcosa di interessante come credo che sia la storia della 'Sloi' di Trento. Per chi vuole, quindi, buona visione e buona lettura! SLOI LA FABBRICA DEGLI INVISIBILI a Trento, «La fabbrica degli invisibili»

"Per il fascicmo era lo stabilimento che doveva sostenere l’Italia nella guerra, per gli operai una fonte di reddito per uscire dalla miseria. Ma la Società lavorazioni organiche e inorganiche – per tutti Sloi – di Trento che produceva piombo tetraetile (l’antidetonante per le benzine) divenne La fabbrica degli invisibili. Un numero mai verificato di lavoratori (erano più di 300 negli anni del boom economico) si ammalò per i danni causati dal piombo. Molti di loro vissero la vergogna di passare per alcolisti (i sintomi dell’avvelenamento sono simili) o per pazzi e furono rinchiusi nell’ex ospedale psichiatrico di Pergine, lo stesso di Ida Dalser. Altri soffrono ancor oggi, più di 30 anni dopo. continua a leggere

1 commento: