PER IL NUOVO BLOG, per chi vuole, CLICCARE QUI

martedì 27 marzo 2007

DAVID NUTT, LE DROGHE E L'INFORMAZIONE

David Nutt, della Britain's Bristal University, ha stilato insieme ad altri colleghi medici una nuova tabella sulle droghe e la loro pericolosità grazie a una loro ricerca che è stata anche pubblicata sulla rivista The Lancet. Secondo questo studio l'alcool e il fumo sono da considerarsi delle vere e proprie droghe, anche piu pericolose della LSD.... La ricerca è stata effettuata in base a questi tre fattori: il danno fisico di chi la consuma, la dipendenza che la droga crea e l'impatto a livello sociale del loro uso. Se è vero che il tabacco causa il 40 % di tutte le malattie degli ospedali e l'uso dell'alcool è incolpato di occupare più delle metà delle stanze adibite all'emergenza negli ospedali stessi, certamente possiamo dire che l'ecstasy non è una passeggiata di salute!!! Dutt e i suoi collaboratori hanno coinvolto nella ricerca psichiatri esperti nel campo e funzionari della polizia con esperienza nel settore. Da tutta una serie di analisi ecco che risulterebbe che fumarsi delle sigarette o bere dell'alcool sarebbe più pericoloso che usare dell'ecstasy..... Attenzione, perché la ricerca si riferisce non alla sostanza in sé ma al suo uso tipico come appunto quello delle sigarette e dell'alcool che è alto e culturalmente accettato. Vedi di seguito la tabella sulla pericolosità delle droghe pubblicata su corriere.it Cosa c'entra l'informazione adesso? C'entra, eccome. Perché gli organi di informazione devono stare attenti alla/alle notizie e su come darla. Se Dutt ha stabilito che comportamenti assolti socialmente come appunto il bere e il fumo sono da considerarsi delle vere e proprie droghe non bisogna sottovalutare ( come dice lo psichiatra Claudio Mencacci sempre su corriere.it ) le altre. Soprattutto l'informazione non si deve prestare a eventuali speculazioni politiche o culturali su questa notizia. "Tutte le droghe fanno male", così conclude l'articolo pubblicato sul TIME relativo a questa notizia citando una frase del dott.Dutt, "anche quelle che le persone conoscono e amano e usano ogni giorno". Appunto, tutte le droghe fanno male, quale più quale meno compreso alcool e tabacco ed è giusto ribadirlo anche perché un domani un giovane non possa dire:" Mi faccio d'ecstasy, perché bere è peggio...". Tutto questo sino a quando magari, in un prossimo futuro, non verrà pubblicata l'ennesima ricerca che ribalterà quella del dottor David Nutt.

Nessun commento: