PER IL NUOVO BLOG, per chi vuole, CLICCARE QUI

lunedì 9 febbraio 2009

IL MARE D'INVERNO

Ha un fascino particolare il mare d'inverno (nella foto che ho scattato a dicembre vedete quello calabrese). Niente ombrelloni, niente caos, siete voi e il mare. Probabilmente se fossi nato là, dove regna la beltà della montagna, avrei ammirato le vette innevate. Anzi sicuramente l'avrei fatto. D'altronde è la natura gente! E se non crediamo (io ci credo) in nessun Dio almeno crediamo nella perfezione della natura stessa e della sua supremazia sugli uomini che cercano di gestire i grandi eventi della vita e della morte senza trovare una soluzione nemmeno su quelli minimi. E' l'arroganza e la superbia dell'uomo stesso che dovrebbe, sarebbe ora, constatare che nessuna ideologia è stata ed è perfetta soprattutto se spinta all'estremo. E' stata "ideologia estrema" che ha indotto Rita Bernardini e Sergio D'Elia (la prima dei Radicali, il secondo di 'Nessuno tocchi Caino') che in merito a presunte violenze fisiche subiti dagli stupratori di Guidonia e dei loro complici sono andati a trovarli denunciando il tutto?!? Evviva i diritti civili! Certo! Così come è certo che ha sbagliato chi ha minacciato la Bernardini sui vari siti online. Mi domando però dove erano i due sopracitati quando un ragazzo in galera è stato picchiato e stuprato (ne ho parlato anche in questo blog 1) e quando un altro di 25 anni si è ucciso 2) dopo essere stato anche lui violentato ma in un altro carcere, quello dell'Ucciardone. Ma già, che scemo che sono, questi sono Abele, occupiamoci solo di Caino. Si vive molto in modo politically correct. Tanto che rischiamo di ascoltare solo le ragioni dei palestinesi in virtù della reazione sproporsionata degli israeliani. Sono allora razzista e violento se dicessi che probabilmente uno schiaffone ai violentatori di Guidonia l'avrei dato anche io o sono anti-palestinese se penso che è da entrambe le parti che si dovrebbe trovare un accordo, una soluzione al conflitto e che le uniche vittime sono tutti quei poveri morti da entrambe le parti. La guerra è un orrore e certamente non è mai santa! Fermatevi tutti, fermiamoci tutti e ragioniamo, se possibile.

Non è tempo di fermarsi ma anzi di solidalizzare con il capo della Procura di Parma Gerardo Laguardia 3) che dopo aver autorizzato la pubblicazione della foto che avete appena visto e che ritrae un vigile della polizia municipale di Parma mostrare come un 'trofeo di caccia' il povero ragazzo Emmanuel Bones ( Emmanuel aveva denunciato di essere stato aggredito e picchiato senza motivo da alcuni agenti) è stato attaccato duramente da avvocati, sindacati, comitati e forze pubbliche. "La gente deve sapere" ha detto il dottore Laguardia giustamente, anche se ciò, forse, non è politically correct.

Tante sono le storie per cui dovremmo indignarci come la storia di Alberto Mercuriali 4) che ci fa riflettere ancora una volta su una legge inadeguata sull'uso e il possesso di hascish (lo dico io che sono sfavorevole all'uso di tutte le droghe) e sull'inadeguatezza o poca professionalità dei media nel gestire e comunicare le notizie.

Insomma ci sarebbe tanto da fare sporcandosi le mani e svestendosi degli abiti del politically correct senza indossare nemmeno quelli dell'anti-buonismo che permette ad una Alessandra Mussolini di dire durante una trasmissione RAI che 'è una tragedia avere figli ricch....gay" . Si è perso il senso della realtà, della misura dimenticandoci che alla fin fine siamo protagonisti di un 'progetto' che forse per alcuni di noi non sarà divino ma è certamente superiore a noi.

1) http://romanoscaramuzzino.blogspot.com/2008/09/le-ali-della-liberta.html

2) http://temporeale.libero.it/libero/news/2008-12-17_117288672.html

3) http://parma.repubblica.it/dettaglio/Laguardia:-Ho-diffuso-io-la-foto-trofeo-perche-la-gente-deve-sapere/1586836?edizione=EdRegionale

4) http://www.dirittiglobali.it/articolo.php?id_news=3516

4) http://amicidialberto.blogspot.com/

9 commenti:

zahxara ha detto...

Buon giorno Romano.
Bellissimo post; mentre leggevo ho condiviso passo dopo passo le tue sensazioni.

Non trovo nulla di più vivo del mare e.... adoro il mare d'inverno, così "pulito" nella sua solitudine.

Un fuerte abrazo.......

Romano ha detto...

@ Zahxara: troppo buona. Sappi che ti stimo tanto ;)

GlitterVictim ha detto...

Ciao Romano, anch'io adoro il mare d'inverno sembra ancora più possente e libero di quanto non lo sia solitamente.

Buona settimana,
Eva

Valeh ha detto...

io amo le montagne d'inverno.. ma come ha detto tu... io sono nata in montagna (beh... diciamo con vista sulle montagne neeee)!!!

commento solo la foto del mare perchè sulle altre cose che hai scritto ne so così poco... che rischierei di cadere nelle banalità... però ti comunico di aver trovato un nuovo blog (brontolo critico) che secondo me ti piacerà leggere... è tra i miei link...

buona settimana Romano!

Ale ha detto...

Post toccante come al solito. Non posso fare altro che condividere quello che scrivi.

Romano ha detto...

@ Valeh: non credo, mia cara amica, che ne sai poco né che saresti stata banale. Mi manca il tuo 'vero' commento ;) Grazie per il link. A presto

@ Ale: troppo buono :)

Pino Amoruso ha detto...

Bel post caro Romano; condivido quello che hai scritto. Mi manca il mare calabrese d'inverno; da un pò di anni torno in calabria solo d'estate.
Di che mare si tratta (costa jonica o tirrenica)?

Romano ha detto...

@ Pino: costa jonica, Squillace Lido ;)

Renata ha detto...

Sono passata a rileggerti. Per una questione egoistiuca, lo confesso. Mi viene dalle tue parole l' appagamento che deriva dalla condivisione. Grazie y buen dia. renata